Operazione Mamaboys: 13 arresti per droga

Da tempo nella zona di Perugia e provincia i Carabinieri hanno notato l’intensificarsi di attività sospette, con buona probabilità riconducibili alla produzione e alla compravendita di sostanze stupefacenti. Così, dopo aver attentamente monitorato la situazione, gli agenti hanno dato vita già dalle prime ore della giornata di oggi all’operazione Mamaboys. Ciò ha consentito loro di notificare 13 provvedimenti di custodia cautelare e 6 mirati al rimpatrio immediato di alcuni immigrati coinvolti nel narcotraffico. Inoltre gli agenti hanno avuto modo di provvedere già al recupero di circa una cinquantina di carichi di droga e persino alla chiusura di alcune attività commerciali. Nello specifico i Carabinieri di Perugia, grazie anche alla collaborazione di vari reparti della Polizia operanti tra Marche, Umbria e Lazio, hanno scoperto che la maggior parte degli illeciti avveniva nei pressi di un negozio di articoli etnici avente sede nelle immediate vicinanze della stazione di Perugia. Proprio questo esercizio commerciale, un african shoop, sarebbe stato sottoposto a sequestro dagli inquirenti nelle prime ore del mattino. Le dosi di droga, poco importa che si trattasse di eroina, marijuana, cocaina o hashish, venivano vendute senza alcuno scrupolo anche a minorenni. Una volta arrestati i narcotrafficanti, gli agenti sono riusciti a risalire al nome dei loro clienti abituali e, almeno in alcuni fortunati casi, a privare gli stessi delle dosi appena acquistate. Il reato contestato ai 13 cittadini arrestati e ai 6 soggetti al provvedimento di rimpatrio per la tutela della sicurezza nazionale, così come alla titolare dell’attività, è sempre lo stesso: narcotraffico. L’operazione Mamaboys però non si sarebbe ancora del tutto conclusa; non è chiaro se gli agenti debbano assicurare alla giustizia dei nuovi criminali o se possano, grazie a quelli già arrestati, risalire all’identità del fornitore delle sostanze stupefacenti. Ulteriori ragguagli in merito alla vicenda verranno forniti nel corso delle prossime ore proprio dagli uomini della Polizia e dei Carabinieri che si sono occupati di coordinare la missione Mamaboys.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *