L’Italia è seconda nel ranking UEFA

Sei vittorie su sei e l’Italia viaggia a ritmi eccezionali in Europa.
Dopo la vittoria all’andata della Juventus ai danni del Borussia Dortmund in Champions League (con la qualificazione ancora da giocarsi al ritorno sul campo tedesco), sono arrivate anche quelle di Inter, Napoli, Fiorentina, Roma e Torino in Europa League. Sei vittorie che scacciano momentaneamente l’idea di un calcio in crisi e riportano l’Italia nell’olimpo del calcio europeo.
Stando così la situazione, con questi risultati, il movimento calcistico italiano guadagna punti su punti nel ranking Uefa stagionale affermandosi attualmente come seconda forza europea dietro la Spagna.
L’attuale classifica europea 2014-2015 dei movimenti calcistici vede infatti:

  1. Spagna : 14.642
  2. Italia : 13.833
  3. Germania : 13.571
  4. Inghilterra : 12.857
  5. Francia : 10.250
  6. Portogallo : 8.250

Si potrebbe parlare di “remuntada” italiana, ma non ai danni della Germania, che resta comunque in corsa con 5 squadre su 7 nelle due competizioni europee, quanto sull’Inghilterra, che con sole 4 squadre su 7 e con la metà di esse quasi sicuramente prossime all’eliminazione europea, si ritrova in una situazione parecchio complicata. Infatti il prossimo anno l’Italia scarterà una disastrosa stagione 2010-2011 dove con soli 11.571 punti ci classificammo addirittura quarti a livello stagione in Europa, l’Inghilterra ne scarta invece una da ben 18.357 punti UEFA.
Data la distanza nel ranking Uefa attualmente pari a circa 14 punti a vantaggio inglese, ci ritroveremmo quasi a dimezzare il gap in una sola stagione. Fra due anni inoltre l’Italia scarterà un’altra annata difficile come la precedente (la 2011-2012), e gli Inglesi ne scarteranno una con un vantaggio di altri 4 punti su di noi.
In parole povere significherebbe che una vittoria della Juventus anche a Dortmund, con conseguente qualificazione, e un proseguo altrettanto di successo delle squadre italiane in Europa League (con il sogno vittoria assolutamente alla portata) il movimento calcistico italiano si ritroverebbe nelle condizioni di sorpassare il blasonatissimo calcio inglese nel giro di due stagioni.

Le distanze poi con il Portogallo e la Francia restano assolutamente abissali, il Portogallo (che dista di circa 5 punti da noi nel ranking generale) si ritrova con una sola rappresentante europea ancora in corsa in questa stagione, e più che guardare avanti deve guardare indietro, dove la Francia del compatissimo PSG si avvicina a ritmi inesorabili alla quarta posizione UEFA, il Portogallo che ha un margine di circa 9 punti sui francesi, la prossima stagione scarterà l’annata 2010-2011 dove il vantaggio ai danni francesi era di oltre 8 punti, ciò significa che già da questa stagione rischiano di scivolare al quarto posto della classifica UEFA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *